Passa ai contenuti principali

About Cristina

Italiana di nascita e parigina d'adozione, dal 2010 al 2016 ho diretto a Bergamo il mio atelier di abiti da sposa d'alta moda. Un lussuoso salotto per spose chic, dove ho fuso lo stile cosmopolita della haute couture internazionale con la tradizione sartoriale made in Italy. Grazie a questo concept e alle spose che lo hanno condiviso, ho ottenuto importanti riconoscimenti aziendali all'interno del mercato italiano. Dopo sei anni di lavoro alla direzione artistica dell'atelier ho colto l'opportunità di trasferirmi a Parigi, dove sono stata scelta per dirigere la più importante boutique di una storica griffe francese di abiti da sposa. Oggi scrivo e collaboro per riviste e portali del settore matrimonio, moda sposa e lifestyle, con l'idea di fondere lo stile del saper vivere italiano all'allure dell'eleganza parigina. Dal 2017 Spose & Stile è quindi diventato un fashion bridal blog per spose chic, un salotto virtuale dove racconto la mia nuova avventura in Francia. Per ricevere tutte le news via email, iscriviti al blog!

In primo piano

Paris Fashion Week 2018: gli Abiti da Sposa più belli delle sfilate

Siamo in piena Fashion Week a Parigi e le sfilate haute couture 2018 svelano alle future spose i nuovi trends. I meravigliosi abiti che animano le passerelle dell'eleganza parigina, quest'anno fanno davvero sognare: Chanel è un trionfo di romantica e ritrovata raffinatezza, Dior gioca con i contrasti fra bianco e nero per creare un'ambientazione surrealista di grande effetto, Elie Saab veste la sposa ispirandosi alla Parigi degli anni Venti con la sua atmosfera magica e ricca di poesia. L'abito da sposa di Ralph & Russo è principesco, un tripudio di lavorazioni strass e ricche broderie, che si ritrovano anche nel velo, mentre la maison olandese Viktor & Rolf conferma una proposta sposa d'alta moda non convenzionale che scompone, ricicla e riassembla gli storici abiti di archivio, che in questa collezione vengono letteralmente trasformati con patchwork creativi. Zuhair Murad chiude il suo Couture Show Spring Summer 2018 vestendo la sposa come unadea del terz…

Come conservare il proprio Abito da Sposa

Conservare il proprio abito da sposa e custodirlo nel miglior modo possibile è un atto dovuto. Pertanto a seguito del Vostro matrimonio, è fondamentale provvedere con immediatezza alla pulizia dello stesso, senza aspettare il rientro dal viaggio di nozze, onde evitare che macchie e sporco si fissino sui tessuti in maniera irreversibile.
Una persona di Vostra fiducia, generalmente la mamma o la testimone della sposa, dovrà subito preoccuparsi di far eseguire il lavaggio dell'abito e di tutti i suoi accessori (velo, giacchino, stola, eventuale sottogonna, guanti, ecc.).
Spesso l'abito da sposa a fine cerimonia risulta molto sporco e rovinato soprattutto se dopo il rito liturgico hanno fatto seguito festeggiamenti movimentati, magari anche all'aperto. Non tutte le lavanderie tradizionali si assumono la responsabilità di eseguire il lavaggio di un abito così delicato, che è spesso ricamato o di pizzo o realizzato in tessuti particolari che possono rovinarsi facilmente durante la smacchiatura. Ovviamente, per non incorrere in sgradevoli sorprese e preservare nel miglior modo possibile il ricordo di un grande giorno, affidatevi a lavanderie professionali e specializzate nel lavaggio di abiti da sposa. Grazie all'esperienza di una macchina lavasecco di ultima generazione e di qualificato personale addetto esclusivamente al lavaggio e al controllo degli abiti da sposa, alcune lavanderie sono in grado di offrire questo servizio a un costo non eccessivo e con un discreto risultato finale (ricordatevi comunque che la purezza ed il candore dell'abito fresco di confezionamento, al momento del ritiro in Atelier, sarà difficilmente replicabile). 
Abito da sposa ed accessori, una volta puliti, vanno conservati nella stessa custodia che vi è stata fornita dall'Atelier o in alternativa in una scatola di cartone che possa contenerli senza forzature, che ovviamente dovrà essere riposta in luogo asciutto. Importante è non usare naftalina, ma la cosa migliore per preservare la bellezza del tessuto è arieggiare l'abito almeno due volte l'anno. Per evitare l'ingiallimento del capo, dovrete quindi avvolgerlo con un pezzo di stoffa sufficientemente grande ed appenderlo poi normalmente nell'armadio in modo tale che ogni volta che aprirete le ante, l'abito prenderà aria.
Ricordate comunque sempre che nel giorno più bello della Vostra vita non dovete lasciare che la paura di sporcare o rovinare l'abito da sposa, vi impedisca di godervi appieno la giornata mettendo a freno la vostra voglia di divertirvi.