Passa ai contenuti principali

About Cristina

Italiana di nascita e parigina d'adozione, dal 2010 al 2016 ho diretto a Bergamo il mio atelier di abiti da sposa d'alta moda. Un lussuoso salotto per spose chic, dove ho fuso lo stile cosmopolita della haute couture internazionale con la tradizione sartoriale made in Italy. Grazie a questo concept e alle spose che lo hanno condiviso, ho ottenuto importanti riconoscimenti aziendali all'interno del mercato italiano. Dopo sei anni di lavoro alla direzione artistica dell'atelier ho colto l'opportunità di trasferirmi a Parigi, dove sono stata scelta per dirigere la più importante boutique di una storica griffe francese di abiti da sposa. Oggi scrivo e collaboro per riviste e portali del settore matrimonio, moda sposa e lifestyle, con l'idea di fondere lo stile del saper vivere italiano all'allure dell'eleganza parigina. Dal 2017 Spose & Stile è quindi diventato un fashion bridal blog per spose chic, un salotto virtuale dove racconto la mia nuova avventura in Francia. Per ricevere tutte le news via email, iscriviti al blog!

In primo piano

Matrimonio chic a Parigi? Ecco cosa fare per sposarsi nella romantica ville lumière

Se sognate di sposarvi all'ombra della Tour Eiffel, pranzare in uno dei lussuosi hotel fra Rue de Rivoli e Place Vendôme, immortalare il vostro giorno più bello nelle romantiche vie di Montmartre e infine privatizzare un bateau per un party-croisière sulla Senna, dovrete prima occuparvi delle questioni amministrative... Ecco quindi cosa fare per scambiarsi gli anelli e celebrare le nozze in una fra le città più fashion e chic del mondo.

Chi veste la sposa?

L'abito è appeso in camera dal giorno del ritiro in Atelier e finalmente l'acconciatura e il trucco sono pronti... E ora, chi veste la sposa?
abiti e accessori sposa per matrimoni fashion e spose chic
Cristina all'opera, mentre veste una delle sue splendide spose
Infilate intimo e calze, delicatamente abbassate la lampo della sacca portabiti (infilano il dito all'interno per non impigliare la lampo al tessuto dell'abito) e sganciate il vestito dalla gruccia. Ricordatevi di tagliare le fettucce laterali e i cartellini ad esse legate. Abbassate la lampo ed infilate l'abito dal basso. In atelier la vostra assistente vi ha sempre vestito facendovi indossare l'abito dall'alto, ora rischiereste di rovinare l'acconciatura o di macchiare il tessuto con il trucco.
In questa delicata fase dei preparativi, non fate l'errore di circondarvi di troppe persone. Avrete bisogno di spazio e la confusione non vi aiuterà in alcun modo. Allontanate le persone che non hanno mai visto l'abito, se non sanno come è fatto difficilmente sapranno come posizionarlo correttamente o chiuderlo. Inoltre l'entusiasmo del momento potrebbe far venir voglia di toccare il tessuto per apprezzarne la morbidezza, stropicciandolo però prima del tempo. Incaricate sempre e una sola persona per la vestizione, in genere la mamma se non troppo agitata. Una volta infilato il capo, centrate il seno con le coppette cucite nel vestito, fate allacciare le eventuali fasce elastiche poste all'interno del corpino e poi con estrema delicatezza la lampo e il relativo gancino finale. In questa fase ricordatevi sempre di fare attenzione ad eventuali braccialetti o collane lunghe indossate dalle vostre aiutanti, che sbadatamente potrebbero impigliare nella lampo in fase di chiusura.
Controllate in uno specchio che l'altezza del corpino corrisponda a come vedevate l'abito in atelier, se vi accorgete che è stato allacciato troppo in alto o troppo in basso, fatelo slacciare e ricominciate da capo.
Meglio far attendere qualche minuto in più l'autista sotto casa che passare la giornata con l'abito storto o indossato in modo errato. In caso di gonne molto ampie composte da diversi strati di tulle, fate attenzione. Probabilmente, anche solo il trasporto in auto o semplicemente lo scivolamento fuori dalla sacca può aver spostato qualche strato di tulle, arricciandolo verso l'alto o lateralmente. Pazientemente e solo con un semplice gesto delle mani, distendete eventuali pieghe verso il basso. Con calma fate distendere l'eventuale strascico (basta afferrare la cucitura centrale nel retro), in modo che vi segua durante la camminata.
Ora infilate scarpe, coprispalle e guanti. Fatevi puntare il velo e correte verso la Vostra destinazione... Lo sposo vi attende!