Passa ai contenuti principali

About Cristina

Italiana di nascita e parigina d'adozione, dal 2010 al 2016 ho diretto a Bergamo il mio atelier di abiti da sposa d'alta moda. Un lussuoso salotto per spose chic, dove ho fuso lo stile cosmopolita della haute couture internazionale con la tradizione sartoriale made in Italy. Grazie a questo concept e alle spose che lo hanno condiviso, ho ottenuto importanti riconoscimenti aziendali all'interno del mercato italiano. Dopo sei anni di lavoro alla direzione artistica dell'atelier ho colto l'opportunità di trasferirmi a Parigi, dove sono stata scelta per dirigere la più importante boutique di una storica griffe francese di abiti da sposa. Oggi scrivo e collaboro per riviste e portali del settore matrimonio, moda sposa e lifestyle, con l'idea di fondere lo stile del saper vivere italiano all'allure dell'eleganza parigina. Dal 2017 Spose & Stile è quindi diventato un fashion bridal blog per spose chic, un salotto virtuale dove racconto la mia nuova avventura in Francia. Per ricevere tutte le news via email, iscriviti al blog!

In primo piano

Parigi: vente privée degli abiti da sposa & cerimonia alla nuit blanche

Spose chic ed invitate fashion in cerca dell'abito perfetto, ecco una news parigina da non perdere. La boutique Nuit Blanche, rivenditore di esclusive collezioni sposa internazionali come ad esempio Georges Hobeika, Berta, Reem Acra, Stephanie Allin, Yolan Cris e Tony Ward, organizza dal 27 al 30 Giugno una braderie chic, dove sarà possibile acquistare i lussuosi abiti da sposa e cocktail con una importante remise del 50%.

Il lancio del bouquet

Il classico lancio del bouquet a fine cerimonia: la sposa con le spalle rivolte verso un gruppo di amiche presenti alla cerimonia lancia il suo bouquet.


matrimoni e tradizioni di nozze, il lancio del bouquetMa da cosa deriva questa tradizione? 
Secondo quanto ci racconta la storia, l’usanza del lancio del bouquet trova la sua origine nell’Europa del XIV secolo e nasce come surrogato di un’altra usanza, quella secondo la quale ottenere un pezzo del vestito della sposa portasse fortuna. Poiché l’abito da sposa era considerato l’abito migliore che una donna potesse avere e pertanto servibile anche in altre occasioni dopo la cerimonia nuziale, per evitare di rovinarlo si pensò di trasferire il concetto di buon auspicio alle nozze dal pezzo di stoffa ai petali di fiori, in particolare al fiore di arancio.
Anche se oggi un Bouquet è composto da ogni tipo di fiore, dovrebbe esserci almeno un fiore d’arancio da sempre legato alla sposa. Secondo il linguaggio dei fiori in vigore dal ‘600, il fiore d’arancio infatti, significa richiesta di matrimonio. 
Il lancio del bouquet da parte della sposa dopo la cerimonia alle amiche, per colei che riesce ad afferralo rappresenta l’augurio che possa ricevere presto (entro l’anno) una proposta di matrimonio.